Escursus cul-in-ario

Premessa 1: questo post nasce in seguito al post di Bakunin nel quale ci espone la torta principesca creata per la figlia che compiva gli anni. Siccome anch’io sono vittima di deliri reali di infante che ancora credono al principe azzurro (io non mi stanco di ripetere loro che di rospi ne ho baciati molti ma nessuno di loro si è mai trasformato in principe), e casualmente il compleanno di mia figlia cadeva ieri, ho pensato di postare la mia creazione super-kitsch ma super-applaudita dalla banda delle piccole nanette, ops principesse.

Premessa 2: tempo fa, approfittando della conoscenza di una signora che fa l’intrecciatrice di giunchi con i quali fa bellissimi cesti, organizzai un corso per imparare ad intrecciare cesti. Mandai un giro di mail per chiedere chi volesse partecipare. Ci fu chi si iscrisse ma furono ben più numerose le risposte sul genere:

“Ci penserò appena finisco il master in uncinetto!” (L.)

“Sono impegnata a sfornare biscotti con suor Germana, appena spengo il forno arrivo!” (B.)

e

“Cazzo ti è successo, Svetlana? (P.)

L’autrice dell’ultimo aforisma si è subito precipitata da me, strumenti di esorcismo alla mano, ed a suon di bevute di Mojito ha tentato di fare uscire Berta (la casalinga-puritan-bricolagista) dal mio corpo.

Quella volta ci è riuscita, per un po’ Berta, grazie alla quantità di Rhum ingerito se n’è stata tranquilla,  ma alcuni giorni l’anno, in occasioni particolari, Berta riemerge dallo stato soporoso, spintona Svetlana che appena la vede è preda ad un orticaria nefasta e mi fa fare cose tipo quelle di seguito:

SDC10912

Siccome ad ogni festa di compleanno che si rispetti ogno bambino si porta dietro una madre-sempre-a-dieta-ma-sempre-affamata-ben-disposta-ad-assaggiare-un-pezzettino-di-quella-deliziosa-torta di solito di torte ne faccio due, anche perchè c’è sempre qualche allergico-intollerante-irritante e perciò è doveroso postare anche la foto della torta numero due, quella tipo Sacher ma in veste più infantile:

SDC10922

Ora per compensare tanta arte culinario-creativa e relativa pazienza da parte di Svetlana che ha sopportato tutto questo impastare, frullare, decorare con siberiana pazienza mi regalerò una serata principesca tutta per me…senza scarpetta di cristallo e rientro forzato a mezzanotte.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

13 Risposte to “Escursus cul-in-ario”

  1. incredula Says:

    Bravi, siete riusciti a mettermi già in crisi per il 9 dicembre, compleanno di mio figlio! Magari faccio la furba e ripiego sui Waffel, che mi vengono sempre (se seguo la ricetta)! 😉

  2. crautoviola Says:

    io faccio prima: non ho figli.
    ah,ah,ah.

    comunque le torte sono bellissime. sul serio…io sono così negata con i dolci che qundo vedo queste cose mi rosichcio dall’invidia.

  3. duhangst Says:

    La torta sembra squisita..

  4. Bakunin Says:

    Ho capito mangrovie…al prossimo compleanno: stinco di rinoceronte con insalata di orchidee… quello mi riesce sempre e sono sicuro che non lo fai meglio di me :mrgreen:

  5. alianorah Says:

    Ahhh…anche io ho dovuto imparare l’arte del decoro, ma il pan di spagna non mi riesce e lo compro già fatto.

  6. mangrovie Says:

    @alianorah, e per i figli maschi che si mette sulle torte? Piccoli calciatori di zucchero che calciano minuscole sfere di zucchero? E quando crescono? Piccole veline-morose di calciatori???
    @Bakunin, l’insalata mi ispira, per lo stinco mi rimane qualche perplessità: a parte l’approvigionamento, dove lo cucini? Scartando per problemi di spazio il microonde ed il forno, mi sa che dovrai fare un buco nel giardino e cucinarlo alla gaucho.
    @duhangst, lo era, lo era!
    @crautoviola, dicevo anch’io così – in merito ai figli, ora ne ho due – e con i figli nasce e cresce anche il talento in cucina, è una legge della natura.
    @incredula, ottimi, se poi li impili uno sopra l’altro e li farcisci con budino o panna sai che goduria!

  7. Irish Coffee Says:

    azzarola…ma le hai fatte veramente tu?
    pensavo mi prendessi in giro invece
    guarda quà che spettacolo
    mi sa che hai decisamente rovinato la dieta-super-forzata-delle-mamme-sempre-incazzate-e-affamate 😀
    su dimmi…alla fine quanta ne è rimasta? di torta dico…
    non la tua pazienza, quella me la posso immaginare
    per la serata…strameritata…soprattutto porta sfiga rientrare tassativamente prima delle 3 del mattino, quindi….

    buon week end

  8. wood Says:

    Complimenti anche a Te! bellissima torta con nulla da invidiare a quella di UDO che pero’ per onor di cronaca bisogna ammettere che era di piu’ difficile elaborazione..Ma tanto alle principessine basta che di mezzo ci sia tanto ma tanto ROSA e tutto il resto sono dettagli!

    Brava 10 e lode!

  9. Oscar Ferrari Says:

    direi che le torte sembrano perfettamente commestibili, anche a giorni di distanza…

  10. kili Says:

    Dai Svetlana, dove hai rinchiuso Mangrovie che non la si vede più in giro?
    Vabbè una caduta sulle torte di compleanno delle figliole può capitare a tutti, non è la fine del mondo. Sono sicura che se la liberi non lo farà più…

  11. Irish Coffee Says:

    we, dove ti sei nascosta??
    ancora in festa?? 🙂

  12. mangrovie Says:

    @Irish, son qui. Ma ci credi che le mamme-sempre-a-dieta-forzata-e-no-non-bevo-mai-però-in goccino-oggi-per-l’occasione-me-lo-faccio…mentre coordinavo caccia al tesoro e giochi vari si sono scollate tutta la bottiglia di Prosecco? Managgia…

  13. 2010 in review « Mangrovie Says:

    […] Escursus cul-in-ario September 2009 12 comments […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: