Il peso della politica

La notizia buona è che abbiamo ottenuto due consiglieri comunali, preso 1954 voti, che ora possiamo rompere le balle in modo istituzionale.

Quella brutta è che dopo la campagna elettorale sono distrutta.

Gonfia.

Grassa.

Pallida.

Brufolosa.

Uno sfascio.

In due mesi sono riuscita non solo a modificare il mio stile di vita salutista ma anche il mio giro vita.

In peggio, ovviamente. Perché se il 99% della popolazione mondiale in periodi di stress prolungato dimagrisce, la Mangrovie fa parte di quello sfigatissimo 1% che – sottoposta a ritmi frenetici ed orari impossibili – ingrassa ulteriormente. Misteri metabolici.

Comunque ora – come direbbe la mia ormai-socia (anche se lei in politica ha scelto la strada più semplice: non fa politica, si fa direttamente il politico!) Carlà: “Les yeux sont faits”, la campagna è finita, i ritmi stanno lentamente tornando quelli soliti (per nulla lenti ma meno frenetici di quelli che avevo ultimamente) e perciò speriamo di rimediare al danno in tempo utile (è da 30 anni che ci tento, sia mai che finalmente ci riesco?)

Probabilmente ora avrò più tempo per scrivere sul blog anche se – visto che ormai si sa che la Mangrovie è quella li, dai, quella bionda, quella del Virgolo, dai, quella li, si, insomma, hai capito, no?…- dovrò essere un po’ più cauta sui temi, non vorrei scoppiasse subito il sex-gate bolzanino. Già mi è stato chiesto se sono io quella delle impronte sul parabrezza…

Voi che dite? L’impegno politico fa a pugni con la sensualità?

Perché chi fa politica non scrive di amore, relazioni, sesso ma nessun politico che si rispetti rinuncia alla stagista 20enne? E perché le donne in politica – donne che magari fino a due giorni prima sculettavano allegramente in tivù – diventano all’apparenza delle suorine assessuate per farci intendere che no, loro quelle cose li non le fanno, loro hanno in mente il bene del paese, mica sono li perché si sono concesse a qualcuno…quando invece a noi non ce ne frega nulla di ciò che danno in giro, anzi, a noi importa piuttosto di ciò che ci fregano a noi…

Voi che ne dite di tutto ciò?

Annunci

15 Risposte to “Il peso della politica”

  1. zelig Says:

    Vuoi sapere se l’impegno politico fa a pugni con la sessualità, o volevi proprio scrivere sensualità?

  2. zelig Says:

    A proposito: il racconto delle impronte sul parabrezza è così autobiograficamente vissuto, che … insomma!

  3. reditugo Says:

    Certo, se quella persona che sta lanciando un’invettiva accalorata dai banchi dell’emiciclo consiliare, la immaginiamo con i piedi incollati al parabrezza… e tutto quanto il resto… , al momento potrà perdere un po’ di autorevolezza, ma dovremmo subito riconoscerle l’esperienza di chi ha visto tempi in cui non tutte le automobili avevano i sedili reclinabili. 😉

  4. zelig Says:

    Ah, sono d’accordo!

  5. Mangrovie Says:

    Qualità di ciò che stimola il desiderio e il piacere sensuale
    #

    1 Relativo ai sensi, al piacere dei sensi: appetiti s.
    #

    2 Particolarmente incline al piacere dei sensi: donna s.
    #

    3 Che denota sensualità; che eccita i sensi
    @zelig, volevo proprio scrivere sensualità. La paladina leghista, l’hockeyista steccato, la morettina teutonica fanno sicuramente tutti sesso ma non sono sensuali, anzi! Il solo pensiero di uno di loro in mutande mi scatena il prossimo Herpes (e chi mi ha scatenato il primo non faccia finta di nulla!)
    @zelig2, autobiograficamente vissuto? E’vero che di quel periodo ho dei ricordi a volte confusi ma sono sicura al 100% che l’altro piede non era il tuo! 😉
    @reditugo, e tu magari di come si faticava a fare partire la macchina girando la manovella???
    @zelig3, dai che un pensierino sull’Ellenica l’hai fatto!?

  6. reditugo Says:

    Se è per quello, poi nella vita ho avuto pure modo di rimpiangerle.
    La Diane 6 e la sua manovella, voglio dire.
    Prova a far partire una macchina moderna giù di batteria, con tutte quelle lucette e spie che lampeggiano, antifurto, immobilizzatore e diavolerie varie. Sembra l’universo elettronico che ti si rivolta contro.

  7. zelig Says:

    Mangro 1: ho fatto e faccio ancora oggi fatica a distinguerle come due ambiti non legati tra loro. Come dire: una viene prima e l’altra dopo; promessa e mantenimento della medesima.
    Mangro 2: autobiograficamente vissuto rispetto a chi ha scritto il racconto. Cioè, non hai redatto una biografia di chissà chi (un’ipotetica tua amica) ma una autobiografia (la tua ipotetica amica protagonista del racconto la incontri sopra il lavandino del bagno ogni qualvolta ti ci metti di fronte).
    Mangro 3: chi è l’Ellenica?

  8. zelig Says:

    “a noi non ce ne frega nulla di ciò che danno in giro, anzi, a noi importa piuttosto di ciò che ci fregano a noi”

    ma come ho fatto a perdermi questa perla!

  9. nadiaflavio Says:

    Fatti dare la dieta dal ministro Carfagna, pero’ se la fai, mi raccomando , non fare come lei, fermati quando ti accorgi che gli occhi ti stanno uscendo dalle orbite!

  10. Mangrovie Says:

    @nadiaflavio, io e la Carfagna abbiamo una cosa in comune: entrambe riusciamo a fare gli occhi strabuzzanti che mi ricordano Willy il coyote quando avvista Beep Beep: lei per via delle cazzate che è costretta a sentire tutti i giorni io quando avvisto qualcosa di commestibile!
    @zelig, dare e ricevere – peccato che di solito è la prima!
    @zelig3, l’Ellenica Elena????!!!!

  11. Mangrovie Says:

    @reditugo, il bello di nascere donna è che c’è sempre uno che si ferma e ti da una mano!

  12. Oscar Ferrari Says:

    non vedo problemi, c’è sempre Svetlana…

  13. reditugo Says:

    In effetti essere in due a guardare dentro il cofano motore senza capirci nulla, è un po’ meno triste che farlo da soli…

  14. mangrovie Says:

    @reditugo, attento: con la scusa di farti vedere il pistone il meccanico potrebbe abusare della tua fiducia! Meglio stargli dietro, va! 😉

  15. zelig Says:

    Eh, se tenessi un registro di tutti i miei pensierini te lo potrei anche confermare: ma così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: