Archive for gennaio 2011

Fuori dal tunnel

gennaio 24, 2011

“Perché non sei più mia amica?”

“Sono stato in qualche modo scortese?”

“Dove cavolo sei sparita?”

“Perché mi hai bannato/eliminato/bloccato?”

Solo alcune delle domande che mi sono state poste negli ultimi giorni.

Non sono diventata più asociale del solito, ultimamente.

Nemmeno più stronza.

Non sono neppure espatriata nottetempo.

Mi sono unicamente e – credevo – liberamente nel pieno delle mie facoltà mentali – tolta da facebook. Uscita. Chiuso il mio profilo. Pareva facile…

“Sei proprio sicura di voler eliminare il tuo account?”

Si! Ci ho messo mezz’ora a trovare la finestra (peraltro una sotto-sotto-finestra) per farlo, vuoi che stessi perdendo il mio tempo in questo modo?

“Di a facebook perché vuoi compiere questo nefasto passo che ti toglierà la possibilità di trovare i tuoi amici e di sapere in tempo reale cosa stiano facendo.”

Guarda, facebook, quando voglio trovare i miei amici li chiamo o ci troviamo da qualche parte. E poi sinceramente non mi interessa se in questo preciso istante stiano stirando o si stiano godendo altrimenti la vita.

“Ci passavi forse troppo tempo?”

Bè, se quella mezz’ora scarsa di libertà assoluta tra cena e talamo la usassi in modo più costruttivo/istruttivo/elettivo invece che fissare uno schermo pieno di immagini e parole sarebbe sicuramente meglio per il mio già traballante equilibrio psico-fisico.

“Trovi forse facebook uno strumento poco utile, (avrei aggiunto un isterico : “eeeeeh???)

O guarda, utilissimo per ritrovare amici d’infanzia, ex compagni di scuola persi in giro per il mondo, ex colleghi di lavoro, ex grandi ed unici nonché eterni amori. Tante persone che per un motivo o per l’altro si sono perse per strada e forse, ma proprio forse, a volte un motivo valido per non averle più in agenda ci sarà stato. Utilissimo per farsi adescare da uomini di mezz’età che magari la sera , di nascosto da moglie e figli, chiedono amicizia e fanno proposte a donne alle quali altrimenti non avrebbero il coraggio di rivolgere la parola. Utilissimo per farti sentire in obbligo di scrivere qualcosa di lontanamente intelligente ad intervalli regolari o di commentare con qualcosa di spiritoso un “post” di qualche amico.

Magari zittendo i figli che vorrebbero comunicarti qualcosa di importante mentre tu stai scrivendo qualcosa di completamente insignificante.

E poi diciamolo, la Mangrovie per natura è una solitaria poco propensa a confidenze e convenevoli vari.

E perciò ha deciso di perdere almeno uno dei propri insalubri vizi.

Uscita dal tunnel.

Chi sentirà la mia mancanza sa dove trovarmi.

Annunci

Dio esiste.

gennaio 11, 2011

( Ed ora ne ho le prove!)
Che sia atea, agnostica, atipica non vi è dubbio. Però oggi, per un attimo, la mia non-fede ha vacillato: ho avuto la prova che Dio esiste. Anzi: ve ne sono addirittura due!
Saranno state le 30 vasche a rana che mi ero appena fatta nella piscina ad alto contenuto testosteronico (orario pausa pranzo, le donne a casa a cucinare, gli uomini in piscina a nuotare). Sarà stato il cloro che mi annebbiava la vista (azz..gli occhialini nell’armadio in fondo a destra), sarà stata l’ipotensione, sarà stato il sudore che colando copiosamente dalla fronte mi annebbiava la vista?
Non so spiegarmi cosa abbia provocato tale visione:
seduta nel bagno turco, tra vapori e calori, con gli occhi chiusi, a qualche passo dalla narcolessia (fatale in questo caso!), sento aprirsi la porta e tra fumi sulfurei, vapori acquatici e rumori di rubinetti che perdono, contorniati da un alone di luce che proveniva dall’esterno, vedo entrare non uno ma bensì due dei.
Direttamente dall’Olimpo.
Due giovani, muscolosi, belli. Nordico uno, mediterraneo l’altro.
Nudi.
Come tutti del resto. Ma in mezzo alla maggioranza di anziani che la mattina affollano la sauna in ricerca di un qualsiasi sollievo dai loro dolori artritici loro parevano…più nudi!
Fiuuuuuu! (il rumore del fiato che viene aspirato per tirare in dentro la pancia).
Mangrovie, non agitarti. Siete solo tre persone in un bagno turco.
Tre – due dei quali dei giovani fauni. E per di più…nudi!
Faccio l’indifferente ed inizio a ripassare i numeri primi (si solito mi rilassa).
Ma la mente viaggia, ed al solo pensiero che i miei pensieri potessero venire captati arrossisco ulteriormente (sono nuda-sudata-rossa-in ipossia)
Chissà se anche loro…?
Ma no, dai! Avranno 15 anni meno di me…
Appunto!
67 – 71 – 73 -79 – 83…
89 – 97 (contare in apnea è difficilissimo!)
Sono arrivata al 317 dopo di che sono scomparsi come sono apparsi. Puff! In una nube di vapore.

Vabbè, per un attimo ci ho creduto.

2010 in review

gennaio 2, 2011

The stats helper monkeys at WordPress.com mulled over how this blog did in 2010, and here’s a high level summary of its overall blog health:

Healthy blog!

The Blog-Health-o-Meter™ reads Wow.

Crunchy numbers

Featured image

A Boeing 747-400 passenger jet can hold 416 passengers. This blog was viewed about 12,000 times in 2010. That’s about 29 full 747s.

In 2010, there were 19 new posts, growing the total archive of this blog to 122 posts. There were 32 pictures uploaded, taking up a total of 4mb. That’s about 3 pictures per month.

The busiest day of the year was January 13th with 131 views. The most popular post that day was Pò-pò-porno.

Where did they come from?

The top referring sites in 2010 were oscarferrari.wordpress.com, nadiaflavio.wordpress.com, it.wordpress.com, facebook.com, and spirali.wordpress.com.

Some visitors came searching, mostly for candy candy, chihuahua, ufo, great dane, and teletubbies wallpaper.

Attractions in 2010

These are the posts and pages that got the most views in 2010.

1

Pò-pò-porno January 2010
9 comments

2

La sindrome di Candy-Candy January 2009
7 comments

3

Canino! December 2009
7 comments

4

Che scimmia! October 2009
9 comments

5

Escursus cul-in-ario September 2009
12 comments